« Torna indietro

Globi

Decadenza dei globi luminosi

Le scritte Benzina, Benzina pura, Essence, Essence hltree apparvero in Europa nei primi anni Venti, quando oltre Atlantico era già feroce la concorrenza fra marchi; i globi monoblocco restarono in uso più a lungo in alcune pari d’Europa dove peraltro, a parte la conchiglia Shell, prevalsero tipi non troppo elaborati. Intanto negli Usa apparivano già nel 1933 (ma si diffusero solo nel dopoguerra) i globi di plastica.

Se la fine di questi oggetti si verifica fra gli anni Cinquanta e i Sessanta il declino risale, almeno in America, a circa vent’anni prima. Alla semplice colonnina o al gruppo di distributori piantati a lato della strada si era gradualmente sostituita una struttura più complessa, che nell’attrarre i clienti aveva la sua stessa ragion d’essere: il globo luminoso non era più così indispensabile ora che l’immagine e l’attrattiva del posto di rifornimento dipendevano dalla somma di tanti elementi, compresi i servizi supplementari che questo offriva al pubblico.

Inoltre, man mano che i distributori si compattavano e calavano d’altezza, la presenza del globo diventava formalmente superflua. Le suggestioni del marchio finirono per interessare la superficie dello stesso distributore; la parte più spettacolare del messaggio, il compito di attrarre il cliente da lontano, già da qualche tempo erano affidati a grandi cartelli-bandiera montati su altissimi pali.